Ott 9, 2015 - Marche    No Comments

Gli Sprevengoli

Gli Sprevengoli, secondo la tradizione popolare di Ancona, sarebbero dei folletti che disturbano le persone durante il sonno. Secondo i racconti, saltavano sull’addome delle povere vittime e le facevano svegliare di soprassalto con l’affanno.

Sprevengoli

Gli Sprevengoli colpivano di notte e solitamente dopo delle cene abbondanti, e i malcapitati dovevano alzarsi dal letto e prendere un bicchier d’acqua per riuscire a star meglio. Un’altra storia racconta che gli Sprevengoli operavano solo in un momento preciso, mentre chi dormiva era nel bel mezzo del sonno, fra l’una e le tre del mattino, lo Sprevengolo gli saltava sullo stomaco e premeva, premeva, finché la vittima non si svegliava piena di sudore. Per tornare a dormire in tranquillità bisognava che il malcapitato facesse uno sforzo: si sollevasse a sedere e si facesse il segno della croce.

Ma doveva allungare la mano all’acquasantiera fissata sul muro sopra il comodino e utilizzare la zecchetta di olivo benedetta la domenica delle Palme che vi era immersa, solo così avrebbe mandato via lo spirito.  Nel centro storico della Città di Ostra, cittadina fortificata in provincia di Ancona, ogni anno, rivive l’antica credenza popolare degli Sprevengoli. La notte degli Sprevengoli è una festa tradizionale dove, per tre giorni, è possibile degustare piatti tipici della città di Ostra accompagnati da pregevoli vini marchigiani.

 

 

Gli Sprevengoliultima modifica: 2015-10-09T14:43:29+02:00da flashdoc92
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento