Ott 29, 2015 - Sicilia    No Comments

Il Gigante Tifeo

Secondo una leggenda, la Sicilia è sorretta da un gigante, questo gigante si chiama Tifeo, che osò impadronirsi del trono degli Dei e per questo venne condannato a questo supplizio. Sopra la sua mano destra sta Peloro (Messina), sopra la sinistra Pachino, Lilibeo (Trapani) gli comprime le gambe, e sopra la testa grava l’Etna. Dal fondo supino, Tifeo inferocito proietta sabbia e vomita fiamme dalla bocca. Spesso si sforza di smuovere il peso e di scrollarsi di dosso le città e le grandi montagne: allora la terra trema.

tifeoLa Sicilia doveva suscitare, nella notte dei tempi, sentimenti di stupore, di paura, di inospitalità, frequentemente si verificavano sconvolgimenti della terra, eruzioni vulcaniche, lave; gente selvaggia e turpe vi avevano stabilito la propria dimora, vivendo di rapine ai danni di coloro che, ignari del pericolo, cercavano approdo in quelle terre. Favola e mitologia videro riflessi in queste immagini l’intervento di un essere soprannaturale e principalmente l’azione punitrice di Zeus verso il gigante Tifeo, simbolo del fuoco, e gli scellerati Cercopi, definiti dagli antichi narratori “bugiardi, ingannatori, ladroni eterni”.

 

Il Gigante Tifeoultima modifica: 2015-10-29T19:42:37+01:00da flashdoc92
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento