Nov 23, 2015 - Lombardia    No Comments

La Mandragola

Non è raro che vi siano draghi che prediligono specchi d’acqua come loro dimora. Nel bormiese, per esempio, si parlava, in passato, della Mandragolaun drago che abitava le acque dei fiumi e che si intravedeva quando il sole colpiva la loro superficie, dando vita al mobile guizzo dei riflessi.

laghi-di-cancano

Un drago per niente  innocuo, dal momento che la sua preda preferita erano i bambini che sostavano sulle rive dei torrenti: balzava fuori più rapido del balenare di un riflesso e lì trascinava giù, nel gorgo delle acque. Di loro non si sapeva più nulla. Per questo i bambini, temendo una fine così orribile, si guardavano bene dall’avvicinarsi alle rive pericolose, ed i genitori parevano molto soddisfatti di questo.

 

La Mandragolaultima modifica: 2015-11-23T13:33:07+01:00da flashdoc92
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento