Dic 27, 2015 - Marche    No Comments

Il Fantasma della Paora e il Tesoro

Offagna, una città importante dal punto di vista archeologico per l’intensa presenza di villaggi celtici dei Galli Senoni, è conosciuta anche per l’antico castello medioevale arroccato sul Monte della Crescia, un luogo estremamente magico e suggestivo, considerato da molti studiosi lo scrigno dove sarebbe custodito un tesoro nascosto e reso inaccessibile dal fantasma di Paora. Sotto questo monte inoltre, esistono diverse gallerie con tanto di archi e colonne, abitate alla metà del Seicento dalla setta dei Giacomiti, fuggiti e nascosti perché condannati e ricercati dalla chiesa come eretici.

offagna rocca

La storia narra che accanto al tesoro vi sia una fonte che dal monte arriva al mare fino a Portonovo. In molti hanno cercato di trovare il tesoro nascosto di Offagna, ma nessuno è ancora riuscito nell’impresa. Questo perché a difesa del tesoro vi è un fantasma: il fantasma di “Paora”. Il fantasma, di cui non si sa nulla, ha da sempre protetto il tesoro con i suoi canti simili al gorgoglio della fonte, oppure assumendo le sembianze di una vecchietta che agli ignari cercatori del tesoro dispensava false piste ed enigmi complicatissimi.

La ricerca del tesoro è resa ancor più complicata dal fatto che il Monte della Crescia è ricco di torrenti e fonti naturali che impediscono al ricercatore di trovare la fonte più preziosa, quella che è accanto al tesoro. Inoltre il monte fu scavato dalla setta dei Giacomiti con tantissimi tunnel e gallerie, che rendono ancor più impervia l’impresa. Nel corso dei secoli in molti hanno tentato di trovare il tesoro protetto dal fantasma senza nessun successo. Alcuni addirittura si sono serviti di rabdomanti per la ricerca, ma il monte con le sue numerose fonti d’acqua ha reso impossibile l’individuazione di quella giusta.

 

Il Fantasma della Paora e il Tesoroultima modifica: 2015-12-27T13:57:56+01:00da flashdoc92
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento